1 min letti
27 Jan
27Jan

When The Music's Over 


When The Music's Over/Turn out the light/ For The Music is your special Friend
Quando la musica è finita/Spegni le luci / Perché la musica è il tuo amico speciale.


Così dicevano i Doors in un passato non troppo lontano, in un tempo che pur con la sfera di cristallo più luminosa, non sarebbe riuscito a prevedere questo anno di apparente silenzio dove la musica sembra aver lasciato spazio a tanto altro caotico rumore. La gente cammina con la bocca serrata e gli occhi bassi, una benda spessa sul volto ci limita il campo visivo e la paura ci allontana dal contatto. Ci siamo visti costretti a scegliere quali tra i nostri amici frequentare in nome di un controllo detto "rischio di contagio" e come tutelare i nostri genitori dagli altri e dal nostro insinuante senso di colpa.

E ora? Ora respira. Perché tutto questo troppo pensare ti sta mandando in apnea. E l'apnea ti logora, deperisce, tutti lo sanno che c'è da respirare, persino gli unicellulari. Eppure noi, che di cellule ne abbiamo diverse, con tutta questa ansia tendiamo di continuo a dimenticare chi e dove siamo ora. Cerchiamo appigli, sbattiamo contro muri di promesse scandite da numeri più o meno scientifici quando purtroppo l'unica certezza che abbiamo è che nessuna scienza ci darà le risposte che stiamo cercando.

E quindi? Quindi niente, io le risposte non le ho. Questo è solo un blog e io solo una "adepta" dell'arte, sopravvissuta a studi più o meno utili che, come tutti, in qualche modo, arriva a fine mese.
Però sono anche una che, in questa era che sta cambiando, conosce ciò che la tiene viva. 

E non c'è vita senza bellezza (quello è sopravvivere e suona ben diverso!). Se ti ascolti davvero, lo sai anche tu che non puoi fare a meno della bellezza. Puoi sceglierla nel formato che più ti piace : un bel tessuto che ti accarezza la pelle, una musica che ti avvicina all'aria, una poesia dal profumo antico e, ancora, un'immagine che ti riconduce alle profondità della terra.
Tutti i nostri sensi sono già in festa e tu, lentamente, stai tornando a respirare. Chissà se lo sanno, questo, gli unicellulari.

Nei prossimi articoli seguiremo l'onda di questo respiro che, se vi piace, vorrei condividere con voi.


I hear a very gentle sound/With your ear down to the ground/ We want the world and we want (we want the world and we want it!) / Now!
Sento un suono molto gentile/ Con l'orecchio a terra/Vogliamo il mondo e lo vogliamo ( vogliamo il mondo e lo vogliamo!) / Adesso!

--- > State connessi...







31Jan
10Feb
Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.